Title Image

FAQ sull’implantologia dentale: le risposte di Dentiamo

Home  /  Impianti dentali   /  FAQ sull’implantologia dentale: le risposte di Dentiamo
FAQ-impianti-dentali

FAQ sull’implantologia dentale: le risposte di Dentiamo

Siamo lieti di rispondere ad alcune domande frequenti per sciogliere i dubbi più comuni in merito all’implantologia dentale.

1. Cos’è un impianto?

L’impianto è una radice artificiale sostitutiva per l’elemento dentario perduto o mai sviluppatosi, come nel caso di agenesie dentarie.

2. Quali sono i benefici di un impianto dentale?

Gli impianti possono cambiare notevolmente la qualità della vita perché permettono di riscoprire il piacere naturale di sorridere, masticare e parlare come se ci fossero ancora i denti naturali.

3. In quali casi orientarsi verso un impianto?

Il trattamento implantare consente di:

  • sostituire un solo dente,
  • sostituire più denti,
  • sostituire tutti i denti di una mascella completamente priva di denti.

In questo caso gli impianti consentono di fissare un ponte o di stabilizzare una protesi amovibile.

Tutti i pazienti possono affrontare l’intervento, sarà l’odontoiatra a mettere in luce eventuali controindicazioni.

È necessario che il paziente abbia terminato la crescita scheletrica (che si verifica intorno ai 19 anni), che ci sia una buona condizione di salute generale e soprattutto una sufficiente quantità di osso in cui alloggiare la vite. Anche i pazienti molto anziani possono ricorrere agli impianti.

Pazienti con diabete, con patologie cardiovascolari o altre problematiche sistemiche possono essere curati da un team chirurgico ben addestrato che deve attenersi rigorosamente al protocollo chirurgico e alle norme di asepsi.

Come per qualsiasi altro intervento chirurgico, potrebbe derivarne qualche disagio.

Nel momento dell’intervento, il paziente viene anestetizzato o sedato per eliminare ogni possibilità di disagio. La sedazione cosciente assicura uno stato di rilassamento e l’abbassamento del livello di tensione pur mantenendo il paziente vigile e partecipativo.

La maggior parte dei pazienti riferisce di sentirsi molto più a proprio agio nel seguire la procedura di quanto previsto.

Dipende dal tipo di intervento ma, nella quasi totalità dei casi, è possibile avere una protesi provvisoria (fissa o mobile).

Attraverso l’impianto a carico immediato è possibile far riavere i denti fissi ai nostri pazienti in meno di 24 ore. La terminologia “Carico Immediato” significa che i denti sono immediatamente posizionati sugli impianti dentali in modo fisso: non si tratta, quindi, di una protesi mobile.

Non è tuttavia sempre possibile eseguire la tecnica del carico immediato. Qualora si verifichi questa situazione, si provvederà velocemente a fornire una protesi mobile provvisoria al paziente. Il paziente utilizzerà la protesi mobile in sostituzione di quella fissa per un periodo variabile da 3 a 6 mesi, che successivamente verrà sostituita da una protesi definitiva fissa.

7. Quali sono le condizioni necessarie per la riuscita del trattamento implantare?

Condizioni che devono essere soddisfatte per garantire la riuscita del trattamento:

  • igiene irreprensibile del cavo orale,
  • competenza ed esperienza del medico,
  • trattamento individuale di ciascun paziente da parte del medico,
  • follow-up e controlli regolari garantiti dal medico.

8. Quale è la durata di un impianto dentale?

Gli impianti dentali hanno una durata elevata, praticamente illimitata. Studi clinici condotti sul lungo termine attestano che gli impianti dentali teoricamente non hanno limite di durata, a condizione che sia rispettata una buona igiene del cavo orale e sia garantito un controllo professionale regolare.
Solo un cattivo stato di conservazione dell’osso potrebbe ridurre la durata degli impianti.

 


Hai altre domande?

Rivolgiti direttamente ai nostri esperti.

 

Call Now Button